Ministri straordinari della Comunione

2017

Gennaio

Il gruppo dei MINISTRI STRAORDINARI DELLA COMUNIONE è presente nella nostra parrocchia già da alcuni decenni. Uno dei primi fu Adriano Prevedi, voluto da Don Carlo Mossini. Questo incarico fa parte dei Ministeri della chiesa, insieme a quelli del  Lettorato e dell’Accolitato.

Le persone vengono scelte dal parroco, dopo averne attentamente valutato l’attitudine e, soprattutto, se in essi c’è stata una chiamata da Dio attraverso il suo Spirito per svolgere un compito estremamente delicato e importante. In seguito il Vescovo le designa ufficialmente a svolgere questo ministero nella chiesa: il mandato ha una durata di alcuni anni, poi viene rinnovato fino al compimento dei 75 anni.

Il compito dei ministri è quello di portare, specialmente nel Giorno del Signore (la domenica) la comunione a coloro che sono impossibilitati a partecipare alla liturgia eucaristica in chiesa insieme alla comunità. Le persone che fruiscono del servizio sono principalmente gli anziani, i malati, le persone che non hanno mezzi per recarsi in chiesa. Attualmente, nella nostra parrocchia, sono una decina.

Il servizio dovrebbe svolgersi nel seguente modo: i ministri partecipano alla liturgia eucaristica, dopo la Comunione si recano presso l’altare con la loro teca in cui il sacerdote depone le ostie consacrate. Una volta ricevuta la comunione, i ministri escono dalla chiesa come inviati dalla comunità per portare il Signore Gesù sotto forma di pane eucaristico alle persone che li attendono. Pertanto non è una sola persona che prende personalmente la comunione e poi si reca dal malato o dall’anziano, ma  è la comunità che lo invia, lo manda presso chi desidera ricevere la comunione: così si unisce idealmente alla comunità dei cristiani riuniti in chiesa.

Nella nostra parrocchia sono presenti  5 ministri: Buraschi Cesarina, Cugola Natalina, Mantovani Claudia, Masiero Carla, Previdi Paolo. Essi sono a completa disposizione di chi voglia ricevere la comunione nel giorno del Signore.

Chi è interessato a ricevere l’eucarestia può fare richiesta a Don Gianfranco o direttamente ai ministri sopracitati, con una telefonata oppure con una comunicazione da parte dei famigliari o di un amico.  I ministri sono lieti di poter offrire questo servizio perché, portare la parola di Dio e la comunione e donare un po’ di conforto, di speranza, di serenità a chi vive situazioni difficili di sofferenza, di solitudine o di vecchiaia, è ciò che vuole Gesù.

Questo è uno dei ministeri più belli che il Signore ha donato alla sua Chiesa.    Entrare in confidenza con persone ammalate, anziane o sole che si aprono raccontando la loro fatica quotidiana di vivere, arricchisce e fa sentire grande gioia nel portare loro un momento di sollievo.   E’ una grande grazia che il Signore concede ai ministri: poter seguire le sue orme e cercare di essere simili a Lui mentre si svolge questo servizio. Molto spesso le persone svelano ciò che è racchiuso nel profondo del loro cuore e manifestano anche la loro fede: così diventano loro i nostri maestri che insegnano come essere cristiani autenticamente fedeli al Signore nonostante le durissime prove affrontate nella vita .

Febbraio

Il Vescovo incontra i Ministri Straordinari della Comunione della diocesi di Mantova

Domenica 29 gennaio il Vescovo Marco ha incontrato nel Duomo di Mantova 300 Ministri Straordinari della Comunione.

L’incontro si è sviluppato in alcune tappe. Il canto iniziale “Il tuo popolo in cammino”. Di seguito si è ascoltato il brano della lettera di S. Paolo ai cristiani di Roma (cap. 12 v.1-2) “Offrite i vostri corpi come sacrificio vivente e santo, gradito a Dio: è questo il vostro culto spirituale”. Successivamente è stato proclamato il brano evangelico di Giovanni: “La moltiplicazione dei pani” cap.6 v.1-15.

Poi il Vescovo ha proposto la sua meditazione sulla “presentazione dei doni”, segno che viene fatto durante la liturgia Eucaristica. Generalmente a questo segno non si dà molta importanza, il Vescovo, invece, gli ha attribuito un significato spirituale molto profondo. Egli ha affermato che quando vengono portati all’altare il pane e il vino, insieme ad essi viene portata la nostra vita, o meglio tutto ciò che durante la settimana abbiamo vissuto: il nostro lavoro, le nostre fatiche, le nostre gioie, le preoccupazioni , i problemi, ma anche le nostre mancanze, i nostri peccati, gli sbagli e le debolezze. Tutto questo viene posto nelle mani del Signore: infatti il pane rappresenta il cibo, ma anche la fatica che serve per procurare tutto ciò che serve per vivere. Il vino è segno della gioia, della gratuità, della festa che deve essere vissuta con semplicità e gratitudine.

I doni sono il segno delle nostre vite offerte a Dio affinché Egli le purifichi e le santifichi e poi noi le possiamo mettere al servizio degli altri, sull’esempio di Gesù che ha offerto tutta la sua vita per noi.

Le offerte vengono presentate dal sacerdote attraverso l’epiclesi, l’invocazione; esse vengono toccate dalla forza d’amore dello Spirito e così diventino il corpo e il sangue di Cristo: meraviglioso scambio questo!

Quel corpo e quel sangue sono per ciascuno di noi un cibo indispensabile per poter diventare sempre più conformi a Gesù Cristo.

Ed ecco questo preziosissimo cibo spirituale viene posto nelle mani dei ministri straordinari per essere portato agli anziani, ai malati. E così i ministri ogni volta si scoprono “mediatori dell’incontro” tra Cristo e la vecchiaia, la povertà, la sofferenza, la solitudine, la tristezza. Il Ministro con la sua sensibilità spirituale ogni volta deve sorprendersi di ciò che accade davanti ai suoi occhi: il Signore è sceso dal cielo, si è fatto un minuscolo boccone di pane per incontrare, prendere per mano e risollevare la miseria umana nelle sue membra più deboli.

Il Vescovo conclude dicendo: “Così sarà possibile far crescere la Chiesa: se impariamo a trattare bene le membra doloranti, i malati, gli anziani, (e anche i bambini), allora sarà davvero la Chiesa di Cristo”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...